Limiti alla compensazione crediti IRES ed IRAP

06/06/2018

L’entrata in vigore del DL 50/2017 ha modificato a ribasso il massimale di credito utilizzabile in compensazione dei crediti tributari con debiti di diversa natura (crediti IRES con debiti IRAP, crediti IRAP con debiti INPS): tale obbligo è già stato applicato con la presentazione della dichiarazione IVA 2018 anno d’imposta 2017

Infatti, la legge impone la distinzione tra compensazione verticale (relativa al medesimo tributo es. IVA su IVA e IRES su IRES) rispetto alla sopra citata compensazione tra crediti e debiti di diversa natura cd. compensazione orizzontale.

A decorrere dalle dichiarazioni fiscali relative all’anno d’imposta 2017, infatti, è fatto obbligo a tutti i soggetti passivi che intendono utilizzare in compensazione orizzontale almeno 5.001,00 Euro di apporre alle stesse il cd. visto di conformità.

Diversamente, non sarà possibile per tutto il 2018 utilizzare in compensazione più di Euro 5.000 per singolo tributo.

A tal proposito, si segnala che per le dichiarazioni Modello Redditi persone fisiche, Modello Redditi società di capitali e Modello IRAP relative all’anno d’imposta 2017 la gestione dei crediti verrà analizzata caso per caso per ottimizzare l’utilizzo degli stessi optando alternativamente per il rimborso, la compensazione o il semplice riporto del credito in compensazione verticale.

 

Fonte: DL 50/2017  

Compensazione, Crediti, Ires, Irap